Ricette
Ricette Cucina Nel Mondo!

VACANZE LOMBARDIA
Le vacanze in Lombardia racconti e consigli utili sulle località della regione di Lombardia...per effettuare un viaggio già con notizie del posto.

Home Page - Ricerche - Indice Ricette - Pagina Iniziale - Preferiti - Contattaci - Segnala un sito
Ricette per categoria
+ Bevande
+ Antipasti
+ Primi Piatti
+ Secondi Piatti
+ Contorni
+ Dessert
+ Salse e Condimenti
+ Bimby
Microonde
Melagrana
Curarsi con le erbe
Pizze
Dimagrire
+ Nutrizione
Accelerare Metabolismo
+ Diete
Tabelle Calorie
Calcola Peso Forma
+ Alimentazione
Le Vostre Ricette
Siti partner
Scommesse
Altri...
Partner

Vota questo sito su migliorsito.com
TOPlist
Balli
+ Balli Caraibici
Meteo
+ Previsioni Meteo
Tutto Su Internet
+ Automobili
Dizionario o Vocabolario
+ Geografia
+ Giochi
+ Musica
+ Scommesse
+ Sports
Lombardia vacanze: i vostri viaggi in Lombardia per conoscere la popolazione lombarda.
Si può anche sbagliare e scrivere vacanze kombardia, lonbardia vacanze, vacanze in lomvardia, vacanza lomgardia, lomfardia vacanza, vacanza in lombarcia, vacanze lombarse, vacanza lombarsa, vacanze nella lombarsia! Si può anche cercare vacanze lombardia, lombardia vacanze, vacanze in lombardia, vacanza lombardia, lombardia vacanza, vacanza in lombardia, vacanze lombarde, vacanza lombarda, vacanze nella lombardia!
VACANZE IN LOMBARDIA
 Pagina: 1 Pagina: 1  
 Pagina: 1 Pagina: 1  

Le vacanze lombarde

Introduzione
Lombardia Regione amministrativa dell’Italia settentrionale. Confina con la Svizzera a nord ed è delimitata dal Piemonte a ovest, dal Trentino-Alto Adige e dal Veneto a est, dall’Emilia-Romagna a sud. È ripartita nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza, Pavia, Sondrio, Varese; il capoluogo regionale è Milano. Deriva il suo nome dal popolo germanico dei longobardi, che la occuparono nel VI secolo d.C.
La Lombardia, che si estende per 23.861 km² e conta 9.545.441 abitanti (2007), è la più popolata regione italiana. I suoi confini si appoggiano per lunghi tratti a elementi fisici: a settentrione corrispondono ampiamente allo spartiacque delle Alpi; a sud al fiume Po, fatta eccezione per la parte sudoccidentale della regione, l’Oltrepò Pavese, che si estende a sud del fiume, e per la parte sudorientale, che corrisponde alla zona più meridionale della provincia di Mantova, anche questa a sud del Po; a ovest i confini sono rappresentati dal Lago Maggiore (in parte anche compreso nel Piemonte e nella Svizzera) e dal fiume Ticino; a est dal lago di Garda (che divide con il Trentino-Alto Adige e il Veneto) e dal fiume Mincio.

Territorio
La Lombardia è la quarta regione d’Italia per superficie, dopo la Sicilia, il Piemonte e la Sardegna, e ha una struttura morfologica relativamente semplice. La parte settentrionale è essenzialmente montuosa (più del 40% del territorio regionale è occupato da montagne) e comprende la sezione centrale delle Alpi (Alpi Lepontine e Retiche), culminante nel massiccio del Bernina (4.049 m), ma con molti altri imponenti massicci, tra cui il Disgrazia (3.678 m), al limite con la Svizzera, l’Adamello (3.554 m) e l’Ortles-Cevedale (3.899 m), al confine con il Trentino-Alto Adige. Alle Alpi fanno seguito a sud la fascia centrale delle Prealpi e, ancora più a sud, quella delle colline (Brianza, Varesotto ecc.). La restante metà meridionale della regione è pianeggiante (oltre il 47% del territorio regionale è occupato dalla pianura) e si estende nel tratto centrale della Pianura Padana, a eccezione della parte sudoccidentale, cioè l’Oltrepò Pavese, dove si spingono i rilievi dell’Appennino emiliano (vedi Appennini), che in territorio lombardo toccano i 1.724 m con la vetta del monte Lesima.
Le Alpi lombarde, meno aspre di quelle del Piemonte e della Valle d’Aosta, sono solcate da ampie valli, a cominciare dalla Valtellina – che è la più lunga e importante valle longitudinale di tutto il sistema alpino italiano – e dalla Valcamonica. Quasi tutte queste valli sono percorse da alcuni affluenti di sinistra del Po e conducono a valichi nel complesso abbastanza agevoli, malgrado si trovino a quote elevate. Uno dei passi internazionali più importanti è quello dello Spluga (2.118 m), al confine con la Svizzera; si ricordano poi i non lontani passi del Maloja (1.815 m) e del Bernina (2.323 m), che si trovano invece in territorio svizzero. Tra i valichi nazionali, i principali sono quelli dello Stelvio (2.759 m) e del Tonale (1.883 m), che collegano la Lombardia con il Trentino-Alto Adige. Questi valichi hanno sempre avuto grande importanza nello sviluppo della regione, poiché ne hanno facilitato le comunicazioni, sia regionali sia internazionali.
Le Prealpi lombarde si estendono ininterrottamente dal Lago Maggiore al lago di Garda. Le loro cime sono meno elevate di quelle alpine e si presentano in genere con vette rupestri e con pendici rivestite da pascoli e boschi; tuttavia non mancano erti massicci calcarei, quali le Grigne (che raggiungono i 2.410 m), il monte Resegone (1.875 m), entrambi in prossimità del lago di Como e, più a est, il Pizzo della Presolana (2.521 m). La fascia delle Prealpi e delle colline digrada man mano verso sud nella Pianura Padana. La loro formazione si deve ai depositi morenici lasciati dai ghiacciai pleistocenici che sormontavano la pianura. Questa in Lombardia (come nei vicini Piemonte, a ovest, e Veneto, a est) si distingue nettamente in una sezione settentrionale, l’alta pianura – formata da terreni porosi nei quali l’acqua piovana s’infiltra facilmente, e che quindi è piuttosto arida, con scarsa vegetazione, poco adatta all’agricoltura – e in una fascia meridionale, la bassa pianura, più vicina al corso del Po, alluvionale, dai suoli poco permeabili e dunque ricca di acque di superficie, verdeggiante, fertile e intensamente coltivata. Una linea morfologica piuttosto netta, la linea che collega le risorgive o fontanili – ovvero i punti in cui le acque sotterranee, incontrando lo strato di terra impermeabile, sono costrette a risalire in superficie –, segna il confine tra alta e bassa pianura.
La Lombardia è probabilmente la regione italiana più ricca di acque di superficie. Dalle Alpi e dalle Prealpi scendono a solcare il territorio numerosi fiumi, affluenti e subaffluenti del Po. Tra i principali, oltre ai già ricordati Ticino (è il settimo fiume d’Italia per sviluppo, 248 km di lunghezza, e per superficie del bacino, 7228 km²) e Mincio ( 196 km), si annoverano l’Adda (il quarto fiume d’Italia per lunghezza: 313 km), arricchito dal Brembo e dal Serio, e l’Oglio (quinto fiume d’Italia: 280 km), cui tributano il Mella e il Chiese. Alimentati dalle precipitazioni nevose e piovose, i fiumi lombardi hanno portate consistenti e regimi relativamente costanti. L’abbondanza di acque è sempre stata un fattore determinante nell’economia regionale, grazie anche alla fitta rete di canali, alcuni dei quali navigabili, realizzati soprattutto per regolamentare le acque fluviali e irrigare le coltivazioni. Tra i principali si ricordano il Naviglio Grande e il Naviglio della Martesana, che collegano rispettivamente il Ticino e l’Adda con Milano, e il Canale Villoresi, che raccorda i due fiumi.
La nota più caratteristica del sistema idrografico lombardo è rappresentata dai laghi prealpini, dalla tipica forma allungata in direzione nord-sud: furono infatti scavati dalle fiumane di ghiaccio, che al loro ritiro, circa 15.000 anni fa, lasciarono i solchi che furono poi occupati dalle acque. I principali laghi lombardi sono, da ovest a est, il Lago Maggiore o Verbano (è il secondo lago d’Italia: 212 km² di superficie), il lago di Lugano o Ceresio (49 km², in parte in territorio svizzero), collegato al Lago Maggiore dal breve fiume Tresa, il lago di Como o Lario (terzo lago d’Italia: 146 km²), il lago d’Iseo o Sebino (62 km²) e il lago di Garda o Benaco, il più esteso d’Italia (370 km²). Solo i laghi di Como e d’Iseo sono però interamente in territorio lombardo. I principali laghi sono alimentati da importanti affluenti alpini del Po, che ne sono sia immissari sia emissari: il Ticino, emissario del Lago Maggiore, l’Adda, emissario del lago di Como, il Sarca e il Mincio, rispettivamente immissario ed emissario del lago di Garda. Oltre ai laghi prealpini, vi sono, nella Lombardia occidentale, vari laghi minori, sempre di origine glaciale, ma più propriamente formatisi in seguito all’accumulo di depositi morenici: il più esteso è il lago di Varese, situato tra le colline del Varesotto.

Clima ed Ambiente

Il clima della regione è perlopiù di tipo semicontinentale, con inverni rigidi, spesso nebbiosi (gravi problemi, soprattutto a Milano, presenta l’inquinamento atmosferico determinato dallo smog, la nebbia mista a gas tossici), ed estati calde e afose; naturalmente un ruolo determinante nelle temperature ha l’altitudine, via via che si passa dalle zone padane a quelle alpine. Mentre, ad esempio, a Milano si registrano una media invernale di 1 °C (ma nel 1838 si registrò un minimo di -17 °C e in anni più recenti si sono sfiorati i -5 °C) e una media estiva di 21 °C (con massime anche di 38 °C), i valori scendono nettamente nelle località alpine, nelle quali anche la più o meno diretta esposizione ai raggi solari svolge un ruolo preminente. La temperatura di una cittadina come Bormio (in provincia di Sondrio), posta a 1.225 m, quota non eccessivamente elevata, scende facilmente, nelle notti invernali, a -20 °C.
Variano altresì da zona a zona il regime e la quantità delle precipitazioni, con massimi superiori ai 2.000-2.500 mm annui nelle Prealpi, ma con valori in genere meno elevati nelle valli alpine più interne e, ancor più, nella Pianura Padana, con minime di 600 mm nell’Oltrepò Pavese e nel Mantovano. Le precipitazioni si verificano prevalentemente in autunno e in primavera sia nella Pianura Padana sia in parte delle Prealpi, e d’inverno assumono spesso forma nevosa anche a bassa quota; nel periodo estivo interessano soprattutto la fascia alpina. In collina le nebbie invernali sono meno frequenti e le estati sono meno calde; infine le masse d’acqua dei laghi prealpini mitigano sensibilmente il clima locale, che è tiepido d’inverno e non eccessivamente caldo d’estate: sulle sponde di tutti questi laghi vi sono infatti numerose rinomate località di villeggiatura. L’alto livello di industrializzazione, la non meno alta densità della popolazione e l’intensità del traffico stradale pesano negativamente sulle condizioni ambientali.

Flora e Fauna

La Lombardia, soprattutto nella bassa pianura, è una delle regioni italiane che più ha trasformato l’ambiente naturale e sostituito ormai da secoli l’originaria foresta di latifoglie (querce, tigli, olmi) con specie coltivate; nell’alta pianura invece vaste aree sono tuttora ricoperte da brughiere, con robinie, pini silvestri e varie specie erbacee e arbustive. Meglio conservata è la fascia alpina, che è coperta da bei boschi di pini e abeti. Infine la mitezza climatica delle sponde dei grandi laghi prealpini consente la crescita di specie arboree addirittura mediterranee, come l’olivo e i limoni, nonché splendide fioriture di camelie, oleandri, lecci.
Ormai poverissima è la fauna, anche se occorre fare una distinzione tra zona di pianura, dove la fauna naturale si può dire assente, e zona di montagna, meno impoverita (marmotte, scoiattoli, rare colonie di stambecchi, lepri e galli cedroni). Nelle zone protette, come il Parco del Ticino, vi sono numerose specie di uccelli, anche rari.
La Lombardia ha istituito molti parchi regionali (il più importante, quello del Ticino, condiviso con il Piemonte, si estende per circa 90.000 ettari) e include una vasta sezione del Parco nazionale dello Stelvio; le aree protette da parchi e riserve occupano circa il 6% della superficie regionale.
Ricette regionali italiane
+ Piemonte
+ Valle D'Aosta
+ Liguria
- Lombardia
+ Info
+ Vacanze Lombardia
+ Chat
+ Sagre Lombardia
+ Incontri Vacanze
+ Folclore Lombardo
+ Feste Lombardia
+ Agriturismi Lombardi

+ Veneto
+ Trentino Alto Adige
+ Friuli Venezia Giulia
+ Emilia Romagna
+ Toscana
+ Marche
+ Umbria
+ Lazio
+ Campania
+ Abruzzo
+ Molise
+ Puglia
+ Basilicata
+ Calabria
+ Sicilia
+ Sardegna
Ricette internazionale
+ Europa
+ Medio Oriente
+ Asia
+ Africa
+ Nord America
+ Sud America
+ Oceania
Tutto gratis
+ Carta Geografica
+ Inviti e Partecipazioni
+ Url
+ Tutto gratis
Antivirus
+ Antivirus
Risorse
+ Agriturismo
+ Assicurazioni
+ Finanza
+ Risorse
Home Page - Ricerche - Indice Ricette - Pagina Iniziale - Preferiti - Contattaci - Segnala un sito
-
Copyright © 2005- ..::*www.moldrek.com*::.. All rights reserve (Tutti i diritti riservati)