Ricette
Ricette Cucina Nel Mondo!

I SIMBOLI CARTOGRAFICI
Le informazioni sulla costruzione di una cartina geografica...La rappresentazione della superficie terrestre...I simboli cartografici.

Home Page - Ricerche - Indice Ricette - Pagina Iniziale - Preferiti - Contattaci - Segnala un sito
Ricette per categoria
+ Bevande
+ Antipasti
+ Primi Piatti
+ Secondi Piatti
+ Contorni
+ Dessert
+ Salse e Condimenti
+ Bimby
Microonde
Melagrana
Curarsi con le erbe
Pizze
Dimagrire
+ Nutrizione
Accelerare Metabolismo
+ Diete
Tabelle Calorie
Calcola Peso Forma
+ Alimentazione
Le Vostre Ricette
Siti partner
Scommesse
Altri...
Partner

Vota questo sito su migliorsito.com
TOPlist
Balli
+ Balli Caraibici
Meteo
+ Previsioni Meteo
Tutto Su Internet
+ Automobili
Dizionario o Vocabolario
+ Geografia
+ Giochi
+ Musica
+ Scommesse
+ Sports
Carta geografica: simboli cartografici
CARTA GEOGRAFICA - INFORMAZIONI
 Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pagina: 7  

RAPPRESENTAZIONE DELLA SUPERFICIE TERRESTRE

I simboli cartografici
Una carta geografica, oltre ad essere ridotta e approssimata, è anche simbolica, perché i vari elementi fisici ed antropici presenti sulla Terra, come rilievi, mari, fiumi, città, colture, ecc., vengono rappresentati con SEGNI CONVENZIONALI o con colori il cui significato è spiegato da una legenda apposta ai margini della carta. Tra i simboli più comuni meritano particolare attenzione quelli relativi alla rappresentazione del rilievo.
Nelle vecchie carte i rilievi erano raffigurati in modo schematico con trattini disposti a mucchi di talpa, che indicavano il grossolano profilo delle montagne osservate di fianco, oppure con trattini sistemati a spina di pesce ai lati di una striscia bianca, che indicava la direzione della dorsale montuosa.

Nelle carte moderne, invece, si ricorre al tratto forte, al tratteggio, allo sfumo, alle tinte altimetriche e alle curve di livello.

Il tratto forte consiste in linee molto marcate, che con il loro aspetto sinuoso simulano l’andamento delle catene montuose principali, diventando più spesse là dove i rilievi assumono maggiore estensione. Di solito sulla carta vengono anche segnate le quote più significative.

Il tratteggio consiste nel disporre affiancati dei trattini a forma di triangolo isoscele allungato, orientati nel senso della massima pendenza, diventando quindi più grossi e più fitti là dove il pendio è più ripido.

Lo sfumo consiste nel mettere in risalto le parti prominenti di un rilievo con un’ombreggiatura di uno stesso colore più o meno estesa, a seconda della pendenza.

Le tinte altimetriche consistono in colori che variano con l'aumentare dell'altezza, e si usano di solito negli atlanti scolastici. In genere si usa il verde per le pianure al di sotto dei 200 m, il marrone chiaro per le zone comprese tra 200 e 500 m, il marrone più scuro per le zone che vanno da 500 a 1.500 m ed il rosso cupo per le zone più elevate.

Le curve di livello, dette anche isoipse, dal greco isos =“uguale”e iupsos = “altezza”, sono linee che uniscono tutti i punti aventi la stessa altezza sul livello del mare. Esse costituiscono il sistema più perfetto per rappresentare i rilievi e vengono usate nelle carte a grande scala, come quelle topografiche.
Le curve di livello si ottengono immaginando di intersecare un rilievo del terreno con dei piani paralleli alla superficie del mare e distanti fra loro ad intervallo regolare; l’insieme dei punti dove i piani incontrano il rilievo sono rappresentati da linee continue più o meno sinuose aventi la stessa quota, che rappresentano appunto le curve di livello, la cui proiezione in piano è l’isoipsa..
Le isoipse presentano, quindi, due proprietà: l'equidistanza e l'intervallo.
L'equidistanza esprime il dislivello che sulla superficie terrestre esiste tra due curve successive ed è un elemento costante, mentre l'intervallo è la distanza che intercorre tra due curve successive sulla carta ed è un elemento variabile in rapporto alla ripidità dei pendii. Ne deriva che quanto più l'intervallo è minore, cioè dove le isoipse risultano più ravvicinate, tanto più la pendenza è accentuata. Inoltre è facile dedurre che le isoipse, se hanno un andamento regolare, indicano un rilievo con morfologia dolce; se presentano un andamento tortuoso, invece, sottintendono una morfologia accidentata. Dalle isoipse, insomma, attraverso un semplice sistema di proiezioni si può ricavare il profilo altimetrico di una montagna, cioè la sua reale configurazione.
Nelle carte topografiche nell’ambito delle isoipse, o curve di livello, si distinguono: le curve direttrici, rappresentate da una linea più marcata e con equidistanza di 100 m; le curve intermedie, rappresentate da linee continue di tratto più fine delle precedenti, con equidistanza di 25 m; e le curve ausiliari, rappresentate da linee tratteggiate la cui equidistanza è di solito di 5 m.
Per rendere più plastica la rappresentazione del rilievo, nell’esecuzione delle carte si introduce spesso il lumeggiamento, si cerca cioè di evidenziare certe parti creando un contrasto chiaro-scuro, illuminando alcune zone ed ombreggiandone altre. Se la sorgente luminosa si immagina allo zenit, ossia sulla verticale del foglio di rappresentazione del terreno, si ha un lumeggiamento zenitale, per cui risulteranno ben illuminate le cime e le creste e saranno più in ombra le parti basse dei rilievi e le zone a forte pendio. Nel lumeggiamento obliquo, invece, si suppone la sorgente luminosa posta a NW ed a 45° di altezza sul foglio: saranno quindi ben illuminate e chiare le zone poste a NW, poco quelle rivolte a N e a W ed oscure le altre.
 Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Pagina: 7  
Ricette regionali italiane
+ Piemonte
+ Valle D'Aosta
+ Liguria
+ Lombardia
+ Veneto
+ Trentino Alto Adige
+ Friuli Venezia Giulia
+ Emilia Romagna
+ Toscana
+ Marche
+ Umbria
+ Lazio
+ Campania
+ Abruzzo
+ Molise
+ Puglia
+ Basilicata
+ Calabria
+ Sicilia
+ Sardegna
Ricette internazionale
+ Europa
+ Medio Oriente
+ Asia
+ Africa
+ Nord America
+ Sud America
+ Oceania
Tutto gratis
+ Carta Geografica
+ Inviti e Partecipazioni
+ Url
+ Tutto gratis
Antivirus
+ Antivirus
Risorse
+ Agriturismo
+ Assicurazioni
+ Finanza
+ Risorse
Home Page - Ricerche - Indice Ricette - Pagina Iniziale - Preferiti - Contattaci - Segnala un sito
-
Copyright © 2005- ..::*www.moldrek.com*::.. All rights reserve (Tutti i diritti riservati)