Ricette
Ricette Cucina Nel Mondo!

FESTA DELLA GHIRONDA A PRAGELATO
La festa della Ghironda che si organizza a Pragelato (TO) in Piemonte con tanta musica e balli folcloristici che anima il lieto evento.

Home Page - Ricerche - Indice Ricette - Pagina Iniziale - Preferiti - Contattaci - Segnala un sito
Ricette per categoria
+ Bevande
+ Antipasti
+ Primi Piatti
+ Secondi Piatti
+ Contorni
+ Dessert
+ Salse e Condimenti
+ Bimby
Microonde
Melagrana
Curarsi con le erbe
Pizze
Dimagrire
+ Nutrizione
Accelerare Metabolismo
+ Diete
Tabelle Calorie
Calcola Peso Forma
+ Alimentazione
Le Vostre Ricette
Siti partner
Scommesse
Altri...
Partner

Vota questo sito su migliorsito.com
TOPlist
Balli
+ Balli Caraibici
Meteo
+ Previsioni Meteo
Tutto Su Internet
+ Automobili
Dizionario o Vocabolario
+ Geografia
+ Giochi
+ Musica
+ Scommesse
+ Sports
Festa: i sapori dell'alto Piemonte a Borgomanero feste.
FESTA DELLA GHIRONDA
 Pagina: 1 Pagina: 1  
 Pagina: 1 Pagina: 1  

La festa della Ghironda a Pragelato
Organizzata dall’Associazione Lou Magnaut di Pragelato
con il contributo fondamentale della Regione Piemonte e della Provincia di Torino e il patrocinio del Comune di Pragelato
10060 Pragelato (TO)
Per informazioni, news e altro:
cell: 3405671414 (Patrick) - 3482595067 (Davide)
E-mail: info@loumagnaut.com - davide.varetti@loumagnaut.com
web: www.loumagnaut.com

La festa della Ghironda a Pragelato in provincia di Torino (sigla TO) nella regione Piemonte si svolge dal 5 al 7 Agosto 2011, organizzata dall’Associazione Lou Magnaut di Pragelato con il contributo fondamentale della Regione Piemonte e della Provincia di Torino e il patrocinio del Comune di Pragelato, con tanti concerti e e balli folcloristici (folk) per animare la festa in allegria.

La Festa della Ghironda giunge quest’anno alla sua 29° edizione con un programma che si articola in due serate (venerdì e sabato) con concerto e ballo e la domenica pomeriggio con la consueta jam session tra musicisti provenienti da tutta Italia e dalla limitrofe regioni francesi. La festa è, come sempre, organizzata dall’Associazione Lou Magnaut di Pragelato con il contributo fondamentale della Regione Piemonte e della Provincia di Torino e il patrocinio del Comune di Pragelato.

Gli appuntamenti di quest’anno:
- Venerdì 5 agosto dalle ore 21.30 a Casa Pragelato:
La Quattre Via + Magnaut Big Band (www.facebook.it – Magnaut big band)
A casa Pragelato una serata inaugurale con un gruppo alla prima assoluta e un secondo di ritorno a dieci anni dall’ultimo concerto. Si tratta dei giovani pragelatesi “La Quattre Via” e della “Magnaut Big Band”. La Magnaut Big Band, storica band pinerolese degli anni ’90, con all’attivo due incisioni (Fammi crescere i denti davanti – MC 1996 e Lous Astronauti – CD 1999), esegue l’ultimo concerto ad Alessandria il 30 giugno del 2001: da quel giorno alcuni componenti hanno continuato a suonare fondando il gruppo “I Dahù” e animando i balli occitani alle feste, altri hanno intrapreso esperienze musicali diverse. In occasione della Festa della Ghironda 2011, su invito degli organizzatori, hanno deciso di risuonare per gli amici, per i ballerini, per chi li ricorda ancora. Un unico concerto, una réunion che vedrà protagonisti, come sempre, non solo il gruppo ma anche il pubblico. C’è poi un motivo speciale, quest’anno, alla Festa della Ghironda per cui vale la pena che la Magnaut Big Band si riunisca: i giovani pragelatesi, che quando la Magnaut Big Band suonava erano bambini, sono pronti: hanno iniziato a suonare da qualche tempo, hanno deciso di formare un piccolo gruppo, lo hanno chiamato “La quattre via”, l’incrocio, e sono pronti per il loro primo spettacolo. Un passaggio di testimone tra la vecchia e la nuova generazione, la continuità della musica e della tradizione che come è arrivata a noi così passerà ai nostri figli.
Prima del concerto, a partire dalle ore 19.30, sarà aperto il Pasta Party del 150° - cena a base di pasta con i sughi tricolore oltre ad antipasti e dolce. Un servizio bar sarà disponibile durante la serata.
- Sabato 6 agosto alle ore 21.30 a Casa Pragelato:
Coriandre (http://wp.coriandre.info/):
Adepti del bal folk occitano (il “Baleti” come viene chiamato dalle loro parti – il Languedoc Roussilon), Coriandre sono gli interpreti di una musica che amano definire “Tradattuale occitana" che nasce con i sapori e i profumi delle coste del Mediterraneo per far viaggiare le orecchie e mettere dell’irresistibile brace sotto ai piedi dei ballerini. Da oltre 12 anni, dal Languedoc Roussilon, Coriandre consegna la sua energia comunicativa su diversi palchi di tutta Europa. Aperti a generi musicali della loro epoca, pur rimanendo radicati nella cultura della loro terra, il gruppo si ispira ai profumi distillati dal Mediterraneo partecipando alla “convivencia”, la volgia di stare assieme, di condividere le emozioni, le musiche, i balli. Non essendo folkloristici, i cinque musicisti di Coriandre non danno un’immagine storica delle danze e delle musiche che propongono e, pur rispettando le regole delle antiche pratiche musicali, essi orientano la loro composizione verso sonorità più attuali. Come spesso ricordano: “non sappiamo se si tratta di un concerto da ballare oppure di un ballo da ascoltare – sarà il pubblico a decidere”.

Coriandre sono:
Alexandre Roux: cori, basso elettrico, cavaquino
Vivian Peres: batteria e percussioni
Phil Puygrenier: canto, ghironda elettro-acustica, boha, gaitas
Denis Galvier: canto, gral, chalémie, flauti, sax e tuba
Julien Regi: canto, chitarra, bouzouki, percussioni

Prima del concerto, a partire dalle ore 19.30, sarà servita la cena a base di carne alla griglia con contorno. Un servizio bar sarà disponibile durante la serata.
- Domenica 7 agosto dalle ore 15.00 a Casa Pragelato
Nel pomeriggio della domenica sarà allestito presso Casa Pragelato un ”palco aperto” per tutti quanti avranno voglia di suonare per far ballare: una grande kermesse finale con i musicisti della festa e dell’Associazione Lou Magnaut, con i suonatori tradizionali delle valli e i danzatori, con tutti quanti credono ancora nelle cose semplici, nei sogni e nella voglia di stare insieme. A corollario della musica gli immancabili gofri, piatto tipico della tradizione pragelatese.

In dettaglio il ballo folcloristico descritto in generale:

Folclore

Ma che cos’è la ghironda?
La ghironda è uno strumento musicale a corde di origini antichissime tuttora usato in molti paesi europei per l'esecuzione di musiche delle tradizioni popolari.
Le corde sono poste in vibrazione dallo sfregamento del bordo di una ruota azionata per mezzo di una manovella, il bordo della ruota deve essere cosparso di pece, le corde invece sono fasciate con una minima quantità di cotone che migliora il suono ed evita allo stesso tempo di consumare eccessivamente le parti in sfregamento.
Le corde vengono azionate da una tastiera i cui tasti scorrono in un'apposita struttura applicata al piano armonico e sono disposti su due file con i colori generalmente invertiti rispetto alla tastiera del pianoforte.
L'aspetto più difficoltoso dello strumento è dato dall'azionamento della "trompette", ovvero di una corda non tastata che provoca il tipico ronzio ritmico a seconda del tempo e dalla velocità del brano eseguito e che costringe il suonatore a sincronizzare le due mani con movimenti poco naturali e non riscontrabili nell'uso di nessun altro strumento musicale.
La ghironda si tiene normalmente poggiata sulle gambe del suonatore, ma si può suonare anche in piedi.
A seconda della postura adottata una o più cinghie fissano lo strumento al corpo.
Per quanto riguarda l'origine dello strumento, la sua storia iniziò accompagnando il canto gregoriano per divenire poi un tipico attrezzo di lavoro per menestrelli e mendicanti girovaghi fino a raggiungere il massimo della sua evoluzione quando venne utilizzata nelle corti francesi del XVIII secolo.
Chiaramente l'ingresso a corte di strumenti popolari richiese un adattamento estetico e funzionale consono alla nuova collocazione.
Attorno alla metà degli anni ’70 del 1900 la ghironda è stata riscoperta, in Italia, come strumento simbolo del folk revival ed utilizzata nella riproposta della musica tradizionale, soprattutto occitana. Più recentemente essa è stata utilizzata anche in generi musicali diversi, dal jazz al rock, dalla musica etnica alla nuova musica elettronica sperimentale.
La costruzione della ghironda è una operazione di elevata complessità che richiede molto tempo e l'impiego di numerose macchine utensili; difficilmente si impiegano meno di 100 ore di lavoro a causa delle operazioni di incollaggio, essicazione e verniciatura delle moltissime parti in legno comprese. Per questo motivo lo strumento è piuttosto costoso, la media si aggira sui 3/4000 Euro per un buon esemplare.

Prefazione
Quando incominciai a girare per la prima volta la manovella di una ghironda, costruita da mio padre a mo’ di prototipo, poco sapevo circa il suo funzionamento, e ancora meno sapevo a proposito della sua storia millenaria; era per me un gioco, come un gioco dovrebbe essere l’apprendimento della musica per tutti i bambini. Il gioco si trasformò ben presto però ben presto in passione e quei suoni atavici e cantilenanti, prodotti per sfregamento delle corde su una ruota, entrarono nella mia testa di fanciullo per non uscirne più.
Mi piace pensare che nell’atto di suonare la ghironda siano immagazzinati dei significati ancestrali che hanno a che fare con l’uomo, con la sua costante ricerca di qualcosa di più grande di lui, o anche solo con una serie di azioni riprodotte all’infinito perché sperimentate, riconoscibili, interiorizzate. Credo che questo valga per tutti gli strumenti musicali, e l’individuazione di tali significati è cosa soggettiva e dipende da chi li suona, oltre che da che cosa ci aspetti da loro; allorquando si sente il bisogno di infondere significati familiari, e quindi comprensibili, agli oggetti che adoperiamo, vuol dire che abbiamo la necessità di utilizzarli per affermarci sulla realtà che ci circonda; sentiamo cioè il bisogno di conoscerli bene, per interiorizzarne forme e meccanismi al fine di poterli usare nel migliore dei modi; nel caso particolare degli strumenti musicali, ciò avviene quando essi diventano per il musicista il suo mezzo di espressione: allora la musica diventa arte.
A questo proposito la storia ha una parte molto importante, e non solo la nostra o, più in generale, quella del genere umano, ma soprattutto quella dello strumento: leggendo qua e là pezzi di storia della ghironda, ho compreso come essa non possa e non debba terminare con l’ultimo capitolo del libro quanto, piuttosto, continuare nel presente sotto forma di continua evoluzione e sperimentazione; la ragione di questo mi sembra tanto valida quanto banale da trovare: un mezzo di espressione, per poter esprimere dei contenuti deve essere compreso da tutti, deve cioè essere conosciuto e la via più breve per raggiungere questo scopo è quello di adeguarlo al modo di vedere, e nel nostro caso di ascoltare, della gente.
La storia che della ghironda ho cercato di riassumere in queste poche pagine è da leggersi come un tentativo di farla apprezzare per quello che molti non considerano; e cioè anche come strumento degno di considerazione in ambiti musicali non suoi propri o comunque, fino ad ora, non ancora sperimentati nel corso della sua storia millenaria. Credo che sia giusto rendere la ghironda attuale, cioè proporla in generi musicali nuovi, per far si che essa venga compresa portandola ad occupare la giusta posizione nel panorama degli strumenti in uso; e questo per tentare di far si che la ghironda torni ad essere, probabilmente assieme ad altri strumenti, espressione di un epoca.

Programma:
29° Festa della Ghironda
P R A G E L A T O 5 - 6 - 7 A G O S T O 2 0 1 1 VENERDI’ 5 AGOSTO

Dalle ore 19.30 Palatenda Casa Pragelato: pasta party del 150°
Ore 21.30 Palatenda Casa Pragelato: gran ballo d’apertura con:
La Quattre Via : la nuova generazione dei suonatori pragelatesi è pronta! il loro primo concerto ufficiale – in bocca al lupo.
Il ritorno dei dinosauri… a dieci anni dall’ultimo concerto: Magnaut big band: un unico concerto, un concerto unico con la storica band pinerolese degli anni ’90 che torna a suonare per gli amici di sempre e sempre per gli amici.
Ingresso gratuito
SABATO 6 AGOSTO
Dalle ore 19.30 Palatenda Casa Pragelato: cena con carne alla griglia
Ore 21.30 Coriandre: dal Languedoc Roussilon, da oltre 12 anni, Coriandre fa partire la sua energia comunicativa offrendo una musica trad-attuale per far viaggiare le orecchie e mettere della brace sotto ai piedi dei ballerini. I cinque musicisti credono nella “convivencia”, la voglia di stare assieme e condividere emozioni: concerto da ballare o ballo da ascoltare? E’ il pubblico che decide…
A seguire: Bal Folk (folclore) con i musicisti della Festa
Ingresso gratuito
DOMENICA 7 AGOSTO
Dalle ore 15.00 Casa Pragelato – gran ballo di chiusura con i musicisti della Festa e gofri a volontà per tutti.

Festa della Ghironda

Organizzata dall’Associazione Lou Magnaut di Pragelato
con il contributo fondamentale della Regione Piemonte e della Provincia di Torino e il patrocinio del Comune di Pragelato
10060 Pragelato (TO)
Per informazioni, news e altro:
cell: 3405671414 (Patrick) - 3482595067 (Davide)
E-mail: info@loumagnaut.com - davide.varetti@loumagnaut.com
web: www.loumagnaut.com
Ricette regionali italiane
+ Piemonte
+ Info
+ Vacanze Piemonte
+ Chat
+ Sagre Piemonte
+ Incontri Vacanze
+ Folclore_Piemontese
+ Feste Piemonte
+ Agriturismi Piemontesi

+ Valle D'Aosta
+ Liguria
+ Lombardia
+ Veneto
+ Trentino Alto Adige
+ Friuli Venezia Giulia
+ Emilia Romagna
+ Toscana
+ Marche
+ Umbria
+ Lazio
+ Campania
+ Abruzzo
+ Molise
+ Puglia
+ Basilicata
+ Calabria
+ Sicilia
+ Sardegna
Ricette internazionale
+ Europa
+ Medio Oriente
+ Asia
+ Africa
+ Nord America
+ Sud America
+ Oceania
Tutto gratis
+ Carta Geografica
+ Inviti e Partecipazioni
+ Url
+ Tutto gratis
Antivirus
+ Antivirus
Risorse
+ Agriturismo
+ Assicurazioni
+ Finanza
+ Risorse
Se organizzate feste potete segnalarmela contattandoci e noi al più presto possibile la inseriremo.

Importante
Le informazioni che servono sono:
  • nome della festa;
  • data (e se si fa ogni anno);
  • informazioni dell'evento;
  • un po di storia;
  • Home Page - Ricerche - Indice Ricette - Pagina Iniziale - Preferiti - Contattaci - Segnala un sito
    -
    Copyright © 2005- ..::*www.moldrek.com*::.. All rights reserve (Tutti i diritti riservati)