Ricette
Ricette Cucina Nel Mondo!

SANA ALIMENTAZIONE
Sana alimentazione è introduzione di alimenti scelti, preparati ed ingeriti in forme e modalità diverse, atte a soddisfare le esigenze energetiche e nutrizionali dell'organismo.

Home Page - Ricerche - Indice Ricette - Pagina Iniziale - Preferiti - Contattaci - Segnala un sito
Ricette per categoria
+ Bevande
+ Antipasti
+ Primi Piatti
+ Secondi Piatti
+ Contorni
+ Dessert
+ Salse e Condimenti
+ Bimby
Microonde
Melagrana
Curarsi con le erbe
Pizze
Dimagrire
+ Nutrizione
Accelerare Metabolismo
+ Diete
Tabelle Calorie
Calcola Peso Forma
- Alimentazione
+ Alimenti
Le Vostre Ricette
Siti partner
Scommesse
Altri...
Partner

Vota questo sito su migliorsito.com
TOPlist
Balli
+ Balli Caraibici
Meteo
+ Previsioni Meteo
Tutto Su Internet
+ Automobili
Dizionario o Vocabolario
+ Geografia
+ Giochi
+ Musica
+ Scommesse
+ Sports
SANA ALIMENTAZIONE
 Pagina: 1 Pagina: 1  
 Pagina: 1 Pagina: 1  

Igiene alimentare

Insieme di procedure nel trattamento degli alimenti che contribuiscono a mantenerli puliti e sicuri per evitare intossicazioni. La maggior parte dei casi d'intossicazione è causata da batteri patogeni, i cui ceppi più noti sono salmonella e botulino. Le manifestazioni tipiche di queste infezioni, che possono comparire a distanza di 1-72 ore dall'ingestione degli alimenti contaminati, sono: diarrea, dolore addominale, vomito, febbre e nausea. Le persone colpite possono riprendersi nel giro di una settimana, anche se nei casi più gravi l'esito può essere fatale, soprattutto se le prime cure non sono state tempestive.

Le enormi differenze di clima, abitudini alimentari, metodi di cottura e di conservazione degli alimenti nelle diverse parti del mondo condizionano anche le loro procedure di igiene. Anche l'atteggiamento della popolazione nei confronti dell'importanza dell'igiene degli alimenti dipende dal livello di istruzione, dal tenore di vita e dalla consapevolezza complessiva sull'argomento. In alcuni paesi in via di sviluppo le malattie di origine alimentare costituiscono un rischio sanitario meno severo di altre patologie endemiche.

Un tema in continua evoluzione
Per evitare che gli alimenti si deteriorino rapidamente, per l'azione di batteri, lieviti e muffe, l'uomo nel tempo ha sviluppato metodi di conservazione diversi: la salatura, l'essiccazione, l'affumicatura e il congelamento sono tra i principali. Nel corso degli anni, le tecniche di lavorazione degli alimenti si sono modificate e oggi molti di essi vengono preparati con processi industriali. I progressi di ordine scientifico e tecnologico compiuti nel XIX e nel XX secolo hanno portato all'identificazione dei batteri e dei virus responsabili delle malattie di origine alimentare. Tali conoscenze hanno contribuito alla messa a punto, da parte dei governi nazionali e comunitari, di regolamenti di igiene alimentare e di direttive, seguite da chi produce e da chi consuma gli alimenti.

Igiene in cucina e al ristorante

Le persone
L'igiene alimentare non riguarda solo il cibo direttamente e l'area dove si preparano e si conservano gli alimenti, ma anche le persone addette alla loro manipolazione. La prevenzione delle infezioni di origine alimentare inizia, dunque, dalla pulizia e dalla cura della persona. I batteri responsabili di tali malattie possono annidarsi nella pelle, su peli e capelli, sugli indumenti. Se durante la preparazione degli alimenti una persona tocca una parte infetta del proprio corpo, i batteri possono essere trasferiti involontariamente nei cibi. È perciò buona norma lavare sempre le mani prima di maneggiare gli alimenti. Indumenti protettivi puliti, come grembiuli o camici, non servono solo a non sporcarsi, ma anche a non contaminare il cibo. In molti settori, è richiesto che i lavoratori si coprano i capelli e la barba con cuffie e reticelle ed è vietato fumare nelle aree di preparazione degli alimenti. Eventuali tagli e ferite devono essere sempre coperti per evitare altre contaminazioni.

L'ambiente
Le zone di conservazione e preparazione degli alimenti devono venire pulite di frequente e non devono alloggiare specie infestanti, né animali domestici. Nella sporcizia, nella polvere e tra i residui alimentari possono nascondersi batteri e insetti nocivi: per questo motivo, gli ambienti e le attrezzature dovrebbero essere lavati e disinfettati energicamente e gli scarti dovrebbero essere regolarmente eliminati. A temperature elevate i batteri si moltiplicano molto rapidamente: la condizione ottimale per la loro riproduzione è a 37 °C, anche se sopravvivono bene a tutte le temperature tra 5 °C e 60 °C. Il controllo della temperatura è, di conseguenza, molto importante per l'igiene: gli alimenti da cuocere devono essere conservati in modo corretto e la cottura deve avvenire a una temperatura sufficiente a uccidere i batteri. Il trasferimento di batteri da un punto a un altro viene chiamato contaminazione incrociata. La contaminazione incrociata più pericolosa è quella che avviene tra alimenti crudi e cotti, quindi essi non dovrebbero essere conservati, né preparati con l'uso delle stesse attrezzature.
Ricette regionali italiane
+ Piemonte
+ Valle D'Aosta
+ Liguria
+ Lombardia
+ Veneto
+ Trentino Alto Adige
+ Friuli Venezia Giulia
+ Emilia Romagna
+ Toscana
+ Marche
+ Umbria
+ Lazio
+ Campania
+ Abruzzo
+ Molise
+ Puglia
+ Basilicata
+ Calabria
+ Sicilia
+ Sardegna
Ricette internazionale
+ Europa
+ Medio Oriente
+ Asia
+ Africa
+ Nord America
+ Sud America
+ Oceania
Tutto gratis
+ Carta Geografica
+ Inviti e Partecipazioni
+ Url
+ Tutto gratis
Antivirus
+ Antivirus
Risorse
+ Agriturismo
+ Assicurazioni
+ Finanza
+ Risorse
Home Page - Ricerche - Indice Ricette - Pagina Iniziale - Preferiti - Contattaci - Segnala un sito
-
Copyright © 2005- ..::*www.moldrek.com*::.. All rights reserve (Tutti i diritti riservati)